Venerdì Nov 24

Introduzione

La sala è dominata dalla copia dello scheletro di Allosaurus fragilis, un grande dinosauro carnivoro. Questo temibile predatore, che poteva superare i dieci metri di lunghezza, popolava il Nord America 150 milioni di anni fa, nel periodo Giurassico.
Numerosi pannelli ricchi di spiegazioni e curiosità illustrano sia le caratteristiche anatomiche e comportamentali dei dinosauri, sia le ultime scoperte e le teorie più accreditate sulla loro definitiva scomparsa 65 milioni di anni fa.
Una parte della sala è dedicata all'iniziativa "Disegna il tuo Museo": dopo una visita alle sale espositive, ognuno ha la possibilità di fermarsi, in un'area attrezzata con tavoli e sedie, e disegnare i reperti che lo hanno maggiormente colpito. Molti disegni sono stati esposti nella sala.

Fai una visita virtuale alla sala dedicata ai dinosauri per vedere da vicino la ricostruzione dello scheletro dell'Allosauro e del nido di Oviraptoride.

Paleontologia Paleontologia

I Dinosauri

L'era Mesozoica, tra 250 e 65 milioni di anni fa, è stata l'era dei grandi rettili che hanno dominato su mare, cielo e terra; i dinosauri erano gli indiscussi dominatori sulla terraferma. A differenza degli altri rettili, che camminano con le zampe in fuori, i dinosauri camminavano con le zampe diritte e raccolte sotto il corpo e questo permetteva loro di camminare in modo più efficace e veloce. Secondo le teorie più recenti, alcuni dinosauri erano probabilmente animali a sangue caldo ed è probabile che gli uccelli discendano da alcuni piccoli dinosauri carnivori. A seconda della forma del bacino i dinosauri si suddividono in saurischi (con bacino da rettile) e ornitischi (con bacino da uccello). Dei saurischi fanno parte i teropodi (carnivori) e i sauropodomorfi (erbivori); dei teropodi facevano parte sia forme molto grandi sia specie più piccole ed agili; i sauropodomorfi raggiungevano dimensioni enormi. Gli ornitischi erano invece tutti erbivori, dotati di spine, corazze e aculei per difendersi dai predatori.

Paleontologia Paleontologia Paleontologia

Predatori e Prede

I dinosauri carnivori avevano a che fare con prede molto pericolose: alcune avevano dimensioni enormi e avrebbero potuto schiacciarli sotto il proprio peso, altre erano dotate di corna, corazze ed aculei con cui difendersi. Per questo motivo probabilmente i predatori non combattevano con le proprie prede ma le assalivano all'improvviso infliggendo un profondo morso e poi aspettavano che la preda morisse prima di divorarla. I predatori più piccoli, invece, probabilmente cacciavano in branco. Tra questi agili predatori, i dromeosauri erano dotati di un micidiale artiglio a forma di falce sulle zampe posteriori; da questi dinosauri si pensa abbiano avuto origine gli uccelli. I dinosauri erbivori avevano sviluppato varie strategie di difesa dai predatori: alcuni erano dotati di corna, altri avevano il corpo corazzato e coperto di pericolosi aculei, oppure erano dotati di code corazzate che usano come mazze. Gli erbivori di dimensioni maggiori, difficili da predare a causa dell'enorme mole, avevano anche code lunghe e sottili che usavano come fruste. E' probabile che per difendersi meglio, gli erbivori si spostassero in branchi.

Paleontologia Paleontologia Paleontologia Paleontologia Paleontologia

Nuove scoperte e teorie

In Cina sono stati rinvenuti numerosi dinosauri con conservate strutture molto simili a penne e piume degli uccelli; probabilmente non erano ancora in grado di volare, ma gli uccelli potrebbero discendere da questi piccoli carnivori.
Nei sedimenti cretacei del Deserto del Gobi, in Mongolia, sono stati trovati dinosauri che potevano ripiegare contro il corpo l'arto anteriore, nello stesso modo in cui gli uccelli ripiegano le ali. Importanti scoperte sono state fatte anche in Italia: in Veneto e nel Sud Italia sono state trovate numerose orme lasciate dai dinosauri su un terreno fangoso che indurendosi le ha conservate. Recentemente sono stati portati alla luce anche scheletri di dinosauro: il più famoso è il piccolo Scipionyx (detto Ciro), un carnivoro del Cretaceo di cui si è conservato lo scheletro completo con alcuni organi interni. Molte ipotesi sono state fatte anche sulle cause dell'estinzione di questi animali; oggi una delle teorie più accreditate è quella dell'impatto di un enorme meteorite, che 65 milioni di anni fa avrebbe colpito la Terra provocando una serie di catastrofi che avrebbero portato all'estinzione di molte specie animali tra cui i dinosauri.

Paleontologia Paleontologia Paleontologia Paleontologia Paleontologia

Altri articoli...

Pagina 1 di 2