Sabato Nov 18

Una serata alla scoperta dei pipistrelli

pipistrello3Sabato 27 agosto 2016

ore 20.45 presso il Museo di Scienze Naturali "E.Caffi" piazza Cittadella, 10

In occasione della XX International Bat Night la sera del 27 agosto il Museo “E.Caffi” in collaborazione con il CRAS WWF di Valpredina ed il Gruppo Le Sgrignapole organizza una serata dedicata alla conoscenza e tutela dei pipistrelli. Un evento che da qualche anno si ripete con la finalità di trasmettere al grande pubblico informazioni sui pipistrelli, per scoprire come vivono, come aiutarli in caso di difficoltà e come favorire questi piccoli mammiferi tanto preziosi per l’ambiente anche urbano.

In tutto il mondo nella stessa serata vengono proposte presentazioni, mostre, passeggiate tematiche che, anche nell’iniziativa organizzata a Bergamo, offrono la possibilità di ascoltare i pipistrelli con il supporto di rilevatori di ultrasuoni, i famosi bat-detectors.

Prenotazione obbligatoria telefonando al numero 035 286011 (massimo 40 persone); i partecipanti sono pregati di presentarsi muniti di torcia a batterie.  

Cosa faremo
Anna Maria Gibellini naturalista afferente alla Riserva naturale Oasi WWF di Valpredina e Presidente del Gruppo Le Sgrignapole illustrerà le caratteristiche e le curiosità sul mondo dei pipistrelli con un approfondimento su come soccorrere questi piccoli mammiferi in caso se ne trovino in difficoltà. Verrà presentato lo Sportello pipistrelli che dal CRAS WWF di Valpredina risponde alle chiamate di tutti i cittadini della Lombardia che desiderino conoscere i pipistrelli e i curatori del Museo "E. Caffi" mostreranno i preziosi reperti delle storiche collezioni per "vedere da vicino" quello che il buio della notte nasconde ai nostri occhi.
A seguire, è prevista un'escursione nel parco adiacente al Museo per ascoltare le voci dei pipistrelli con il bat detector.

Perché una notte dedicata ai pipistrelli?

Sono oltre 30 le specie italiane di pipistrelli e tutte sono tutelate dalla normativa nazionale ed europea. Alle difficoltà di conservazione dei pipistrelli si aggiunge l’ingiustificata “cattiva reputazione” che porta ancora oggi molte persone a pensare a questi piccoli mammiferi volanti come a delle presenze pericolose o moleste. Per garantire maggiori possibilità di protezione dei pipistrelli, 32 Paesi europei (tra cui l’Italia), si sono uniti in un accordo internazionale che propone strategie di tutela e che riconosce l’importanza delle attività di divulgazione per migliorarne la conoscenza. In tale ottica viene proposta questa Bat night che confida nell’interesse del pubblico.