Lunedì Lug 24

logoGOBIl Gruppo Ornitologico Bergamasco, operante dal 2000 presso il Museo, riunisce appassionati e studiosi del mondo dell'avifauna.

Il Gruppo svolge attività di ricerca e di divulgazione finalizzate ad incrementare le conoscenze scientifiche e la tutela degli uccelli e dell'ambiente naturale nella nostra provincia.

I risultati dei principali studi condotti sono oggetto di articoli e pubblicazioni, fra cui si ricorda la prima edizione di una "check-list" con l'elenco commentato di tutte le specie di cui è nota le presenza nel territorio bergamasco.

Nel 2006 viene pubblicato l'Atlante degli uccelli di Bergamo una ricerca quadriennale estesa all'intero territorio comunale., che ha definito in dettaglio presenza e distribuzione delle specie di uccelli sia durante il periodo della nidificazione che dello svernamento.

Una fra le specie più rare presenti a Bergamo, il Rondone pallido, è raffigurata nel logo che identifica il nostro Gruppo Ornitologico.

Il patrimonio di conoscenze acquisite sull'avifauna locale ha consentito di fornire importanti contributi scientifici per la redazione di studi e progetti di monitoraggio naturalistico riguardanti il nostro territorio, in collaborazione con enti di ricerca universitari e con pubbliche amministrazioni.

Alcuni componenti del Gruppo operano inoltre attivamente presso stazioni ornitologiche di inanellamento, raccogliendo dati di fondamentale importanza per lo studio delle migrazioni a livello locale.

Un particolare impegno è infine rivolto agli aspetti divulgativi, a supporto delle attività didattiche messe in atto dal Museo e rivolte alla sensibilizzazione su tematiche ambientali. Fra le iniziative recenti si ricorda l'organizzazione di corsi di birdwatching che hanno riscosso grande adesione ed interesse.

A partire dal 2007 è stato intrapreso un ambizioso progetto per dotare la nostra provincia del suo primo Atlante Ornitologico delle specie nidificanti, di cui si prevede la conclusione della fase di raccolta e catalogazione dei dati entro il 2012.

Per ulteriori informazioni sulle attività e le ricerche svolte dal gruppo visita il sito www.ornitobg.it